Mutilazione Genitale Femminile (MGF)

MGF

In occasione della giornata mondiale contro le mutilazioni genitali femminili il CeSDI lancia una campagna per sensibilizzare la cittadinanza nei confronti di questa terribile pratica che colpisce 140 milioni di ragazze ogni anno. Si mira a coinvolgere le scuole e gli insegnanti, visto che la conoscenza di tali pratiche permette di intraprendere percorsi mirati laddove se ne presenti il bisogno.

Il CeSDI partecipa al progetto idil (integrità) Programma Daphne, organizza e partecipa a convegni nazionali, europei e internazionali;

tramite il Progetto Aurora organizza cicli di formazione per mediatori linguistico culturali, insegnanti, educatori, operatori sanitari e sociali;

realizza e/o diffonde prodotti artistici e audio-visivi;

collabora con la scuola di Danza orientale Karabà per la realizzazione dello spettacolo “dalla dea all’awalim”;

organizza conferenze e dibattiti sul tema della sacralità del corpo femminile;

sostiene e partecipa a progetti ministeriali, nazionali ed internazionali;

Il cesdi combatte per diritti delle donne ed il loro benessere psicofisico, e per includere la questione delle mutilazioni genitali femminile nel quadro del rispetto dei diritti umani;

crea un ponte con alcuni paesi di origine condividendo idee  e strategie al fine di sradicare la pratica.

L’informazione e la prevenzione sono le uniche armi per realizzare una tutela affittiva contro le M.G.F